Comunicati & Rassegna

PRESS

TERRITORIO

Montelago è

Montelago è... 09 Aprile 2018

Montelago Celtic Festival esempio di distretto culturale evoluto

Trecentomila presenze in 15 anni da 90 province italiane, 22 Paesi europei e 18 extraeuropei, oltre 50 mila followers su Facebook. Forte di numeri da capogiro, Montelago Celtic Festival c'è e, in una terra messa a dura prova dai terremoti del 2016, si pone ancora con più forza a fianco delle molteplici realtà che lo animano: i Comuni, le Pro Loco della montagna, le associazioni sportive e outdoor, le organizzazioni culturali, le ditte specializzate nei viaggi o nei gadget, le imprese locali che decidono di investire sulla rassegna. Come “Le Torri” di Potenza Picena (Mc), l’azienda agricola già produttrice di Idromele e Sidro dedicati al Festival che ha ideato Valhalla, Valeriooo e Mortimer Mc Grave, tre bevande speziate in onore di Elfi, Fate e Druidi dell’Appennino umbro-marchigiano, o come “Il Mastio” di Urbisaglia (Mc), birrificio autore della ormai celebre linea di birre targata Montelago, pluripremiata a livello internazionale. Accanto al sostegno alle piccole eccellenze del territorio, da registrare l’attenzione di noti marchi internazionali come Guinness, la celebre birra scura irlandese, e Jameson, l’Irish whiskey conosciuto in tutto il mondo,  new entry fra gli sponsor ufficiali 2017.

Ma c’è di più. Il Festival produce un effetto a cascata che va oltre la festa.

Con Montelago cresce l’economia e fiorisce il turismo. L’incremento del 10%, registrato negli ultimi anni, degli arrivi del venerdì, con l’area camping raddoppiata, testimonia la voglia di restare e l’appeal della manifestazione nei confronti di un pubblico sempre più eterogeneo, fatto non solo di giovani ma anche di adulti, famiglie, camperisti e motociclisti. Ancora più turisti arrivano dai Paesi europei, soprattutto anglosassoni e dell’Est, e persino da Australia e Perù.

Nei giorni della festa le strutture alberghiere e gli agriturismi della zona registrano il tutto esaurito, con beneficio anche per i piccoli borghi vicini, scrigni di eccellenze naturali, storiche, artistiche, archeologiche ed enogastronomiche.

È un esempio concreto di distretto culturale evoluto Montelago, ben vivo tutto l’anno: basti pensare alla rassegna invernale Snow, conclusa nel 2015 con l’emozionante tour Galiza Celta, o a God Save Ireland - St. Patrick Festival di Campofilone (Fm), o ancora a Mare Celtico, la prima grande fiera targata Montelago Celtic Festival al porto turistico di Pescara, o al Progetto Epicentro, grande contenitore di arte e cultura, voluto e attivato da Montelago insieme ai principali Festival marchigiani, che per la stagione autunno-inverno 2017/2018 è stato itinerante nel cratere sismico sopperendo alle stagioni invernali dei comuni terremotati.

Da non dimenticare l’incredibile successo nei maggiori social network mondiali, che ha destato l’attenzione della BBC inglese, e la crescita costante della rete nazionale di eventi e spettacoli con il patrocinio del Festival, che diventa il biglietto da visita dell’intrattenimento Fantasy d’Italia.

 

Gallery